Parodontologia

Categoria: - lug 03, 2011

Ed eccoci alla parodontologia, quella branca fondamentale dell’odontoiatria che si occupa di tutto ciò che sta intorno al dente.  I tessuti parodontali, se non si controlla la placca microbica  che si deposita sui denti e sulle gengive, vanno incontro a diversi gradi di infiammazione e infezione che nei casi più gravi possono portare alla perdita dell’intero elemento dentario.
Per capirci, intorno ai denti c’è il parodonto, costituito dalla  gengiva, dall’osso in cui il dente è immerso, dal  legamento che tiene il dente unito all’osso, e il cemento che ricopre la radice del dente. Quando si infettano, a vari livelli, queste strutture, si parla di parodontite, o malattia parodontale. Volgarmente piorrea, termine ormai desueto.
Dovete sapere che la malattia parodontale è una delle infezioni più frequenti nel genere umano, e di sicuro è la prima causa per cui le persone perdono i denti.
L’infiammazione della gengiva (gengivite) è già di per se una forma iniziale di parodontite. Bastano 5 giorni di astensione dalle manovre igieniche perchè si manifesti la parodontite marginale o gengivite. Se ti sanguinano le gengive devi spazzolare meglio in quel punto e fare una seduta di igiene in studio Se trascurata la malattia si diffonde ai livelli più profondi con vari gradi di lesione dell’osso, mobilità e perdita dei denti.
L’arma fondamentale che si impugna in parodontologia è l’igiene, soprattutto quella che si fa in studio. Se hai sanguinamento quando ti spazzoli i denti, o se i tuoi denti si muovono, devi assolutamente fare una visita parodontale. A seconda del grado dell’infezione le sedute di igiene in studio devono essere tarate riguardo alla loro frequenza.
Nel mio studio cominciamo con la rimozione del tartaro mediante gli ultrasuoni, per poi passare  alla pulizia più profonda della radice, sempre in assoluta anestesia, fino ai casi in cui mi occupo della chirurgia parodontale.  Il controllo della placca blocca l’evoluzione della malattia e riporta alla totale guarigione dei tessuti. A tal proposito, per la decontaminazione delle tasche parodontali mi avvalgo del Laser a diodi, che stimola altresi il processo riparativo dando spettacolari guarigioni. Placca e macchie vengono rimosse mediante un getto di polvere di glicina. Tutte queste procedure sono indolori!!
Ho scritto un articolo più approfondito sull’argomento. Se sei interessato clicca qui